Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La licenza per allievo conducente potrà essere rilasciata già al compimento dei 17 anni? (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

(sda-ats)

In futuro, la licenza per allievo conducente, il "patentino", potrà essere rilasciata già al compimento dei 17 anni. Inoltre la formazione pratica dovrà essere migliorata, semplificata a livello amministrativo ed essere meno cara.

Sono queste in sintesi le principali novità contenute in un progetto posto in consultazione dal Consiglio federale.

L'obiettivo della revisione della formazione di guida è di rafforzare l'esperienza pratica dei "neopatentati" rispetto ad oggi.

In futuro, chi ha meno di 25 anni potrà sostenere la prova pratica soltanto se possiede la licenza per allievo conducente da almeno 12 mesi e se durante tale periodo ha acquisito dimestichezza con la guida: il documento potrà essere rilasciato già a partire dai 17 anni, al fine di mantenere invariata a 18 l'età minima per il conseguimento della patente per le auto, indica una nota governativa odierna.

Inoltre, il periodo di prova di tre anni successivo all'ottenimento della licenza di condurre sarà mantenuto. Ma i giovani conducenti dovranno aver frequentato soltanto un corso (anziché due) di formazione complementare durante i primi sei mesi del periodo di prova.

La procedura d'ammissione verrà effettuata in forma elettronica, ad eccezione dell'iscrizione al corso di teoria, precisa ancora la nota.

La formazione attuale in due fasi è stata introdotta nel 2005. Secondo l'Ufficio federale delle strade (USTRA), le esperienze fatte in questi dodici anni hanno mostrato che tale procedura deve essere migliorata. Talvolta complessa, essa è considerata troppo cara dai giovani e non ha finora raggiunto gli obiettivi prefissati in materia di prevenzione degli incidenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS