Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Chiare fresche dolci acque... all'ombra del San Salvatore

KEYSTONE/TI-PRESS/PABLO GIANINAZZI

(sda-ats)

Rendere più attrattiva la navigazione sui laghi Ceresio e Maggiore. È quanto si propone il Consiglio federale che oggi ha approvato un rapporto in tal senso.

Il documento stabilisce pure la creazione di un gruppo di lavoro italo-svizzero che prenderà in esame nuovi approcci ed elaborerà proposte concrete per migliorare la navigazione.

Quest'ultima è disciplinata da una convenzione fra la Svizzera e l'Italia del 1992, secondo cui sul Ceresio il servizio di linea viene gestito da un'impresa svizzera e sul Lago Maggiore da un'impresa italiana.

Il 31 maggio scorso la ministra dei trasporti Doris Leuthard e il suo omologo italiano Graziano Delrio hanno firmato una dichiarazione d'intenti, al fine di migliorare la collaborazione transfrontaliera e l'ammissione a titolo complementare di fornitori privati. Stando alla dichiarazione, un gruppo di lavoro elaborerà nuove proposte per quanto riguarda la navigazione sui laghi ticinesi.

Il rapporto adottato oggi fa seguito a un postulato di Giovanni Merlini (PLR/TI) che si chiedeva se il quadro giuridico attuale fosse ancora adeguato e invitava il governo a redigere un rapporto volto a proporre nuovi scenari di sviluppo riguardanti la navigazione, in particolar modo nel Locarnese, dove si registra una certa insoddisfazione per la qualità dei servizi offerti sul bacino svizzero del Lago Maggiore.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS