Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I conti della Confederazione nel 2016 si chiuderanno con un deficit di 380 milioni di franchi anche se si ipotizza una crescita delle uscite pari a zero. È quanto indica il preventivo 2016 adottato oggi dal Consiglio federale.

Da notare l 'annunciato piano di risparmi per un miliardi di franchi non verrà presentato prima di gennaio. La forte rivalutazione del franco ha determinato un rincaro negativo e un rallentamento dell'espansione economica. Ciò causa perdite di gettito dell'imposta sul valore aggiunto (IVA) e di quella federale diretta (IFD).

Nel complesso, con 66,6 miliardi, le entrate stimate nel Preventivo 2016 sono di 4,9 miliardi inferiori a quelle previste nel Piano finanziario 2016-2018. Rispetto al Preventivo 2015, esse sono in calo dell'1,4%.

Di conseguenza, spiega il governo, anche sul fronte delle uscite è stato necessario effettuare importanti ritocchi. Con 66,9 miliardi per il 2016, le spese sono di 4 miliardi inferiori ai valori attesi secondo l'ultimo piano finanziario. Rispetto al Preventivo 2015, sono in calo dello 0,3%.

Il Consiglio federale non ha invece ancora appurato definitamente il Piano finanziario di legislatura 2017-2019. Sarà licenziato soltanto il prossimo mese di gennaio.

La consultazione sull'annunciato programma di risparmio per gli anni 2017-2019, con il quale il governo intende operare tagli per un importo massimo di 1,2 miliardi, si farà quest'autunno. Il Consiglio federale ha incaricato i Dipartimenti di elaborare nel corso dell'estate le necessarie misure di risparmio. Al riguardo non ha ancora preso decisioni concrete.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS