Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Preventivo 2018 in pareggio

KEYSTONE/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Il prossimo anno i conti della Confederazione dovrebbero chiudersi in pareggio. È quanto indica il preventivo 2018 adottato oggi dal Consiglio federale.

Le previsioni per il budget 2018 indicano entrate per 71,9 miliardi di franchi (+5,1%) e uscite pure per 71,9 miliardi (+4,7%). L'aumento di queste ultime è dovuto in particolare agli oneri supplementari dovuti alla riforma della previdenza per la vecchiaia, al Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato (FOSTRA), all'esercito e alle uscite nel settore dell'asilo.

Per rispettare le direttive del freno all'indebitamento, il governo spiega di aver dovuto ridurre la crescita delle uscite in diversi settori. Le spese del settore Agricoltura e alimentazione diminuiranno ad esempio del 3%. Come auspicato dal Parlamento, non verrà concesso il "supplemento rincaro" visto che l'inflazione è nulla.

Per lo stesso motivo, oltre alla decisione del governo di operare ulteriori riduzioni nel settore della cooperazione internazionale, diminuiranno anche i fondi destinati alle Relazioni con l'estero (-1,8%). Dopo gli elevati tassi di crescita degli ultimi anni, le uscite per l'Educazione e la ricerca rimarranno da parte loro pressoché invariate (+0,2%).

A crescere maggiormente sono le spese dei Trasporti: +9,8%, principalmente a causa dell'introduzione del Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato. La Previdenza sociale aumenterà da parte sua del 2,7% per via della riforma delle pensioni e della migrazione.

Anche i fondi destinati alla Difesa nazionale saliranno in modo marcato: +2,8%. Ciò "rispecchia la massima priorità che il Consiglio federale e il Parlamento danno all'esercito e alla sicurezza", spiega l'esecutivo.

Sul fronte delle entrate, verranno gestiti per la prima volta attraverso il bilancio della Confederazione il supplemento rete per promuovere le energie rinnovabili (1,067 miliardi) e l'imposta sulle bevande spiritose (245 milioni). Più in generale, le entrate fiscali dovrebbero crescere del 4,5% a 66,6 miliardi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS