Tutte le notizie in breve

I ritardi nei progetti informatici si fanno sentire anche sul bilancio dello Stato: il Consiglio federale ha infatti approvato oggi un credito aggiuntivo di 18 milioni al preventivo 2017.

Il credito è destinato a rinnovare completamente le applicazioni dell'Amministrazione federale delle contribuzioni (FISCAL-IT) entro la fine del 2018.

Per tale progetto, nato dopo il fallimento di un altro programma informatico (INSIEME), il Parlamento aveva stanziato un credito d'impegno di 85,2 milioni con il preventivo 2014. L'acquisto delle nuove tecnologie ha tuttavia subìto ritardi, soprattutto a causa di problemi di risorse dei fornitori interni ed esterni legati allo sviluppo di nuove applicazioni e alla relativa integrazione nel sistema esistente, indica una nota governativa odierna.

Tale ritardo ha determinato costi supplementari. Per questo il Consiglio federale ha deciso di chiedere un supplemento di 18 milioni per quest'anno al Parlamento. Altri 8 milioni saranno necessari per il 2018. Per evitare una sospensione e altre spese aggiuntive al programma, la Delegazione delle finanze ha peraltro già approvato un anticipo di 3 milioni di franchi. La concessione di questo anticipo è subordinata alla condizione che il maggiore fabbisogno sia compensato con mezzi legati alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) fino alla decisione del Parlamento, precisa ancora il governo.

9 crediti aggiuntivi per un totale di 37 mio

Complessivamente, il messaggio sulla prima aggiunta al preventivo 2017, che il Parlamento dovrà esaminare in giugno, prevede una richiesta globale di crediti per 37 milioni di franchi.

Per l'anno in corso questi crediti aggiuntivi provocano un aumento dello 0,03% delle uscite autorizzate, sottolinea il governo.

Oltre che al progetto informatico FISCAL-IT, altre aggiunte di un certo peso riguardano un trasferimento di credito di 6,9 milioni nel preventivo globale della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione (SEFRI), nonché fondi supplementari pari a 4,9 milioni per la riorganizzazione del settore Sicurezza delle informazioni e degli oggetti presso il Dipartimento federale della difesa (DDPS). Entrambe le aggiunte saranno interamente compensate.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve