Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Elaborare entro la fine dell'anno un rapporto sulla situazione dello sport in Svizzera che includa anche il Centro nazionale per gli sport della neve. È questo il compito assegnato oggi dal Consiglio federale al Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS).

All'origine del progetto - si legge in una nota del governo - c'è una mozione presentata dalle Camere federali che chiede una maggiore promozione dello sport di massa, dello sport giovanile e dello sport di prestazione.

L'obiettivo deve essere quello di unire questi tre aspetti abbinandoli a un documento programmatico per gli immobili, che includerà lo sviluppo dei centri sportivi di Macolin (BE) e Tenero così come le valutazioni per un Centro nazionale per gli sport della neve.

Solo allora il Consiglio federale deciderà in merito alla realizzazione di quest'ultima struttura. Le località candidate ad ospitarlo sono Lenzerheide (GR), Andermatt (UR), S-chanf (GR), Engelberg (OW), Fiesch (VS), Davos (GR), Wildhaus (SG) e Grindelwald (BE).

Il centro, di allenamento e formazione, dovrà accogliere strutture scolastiche e rispondere alle esigenze dello sport di élite. D'inverno vi si praticheranno discipline come lo sci alpino, lo sci nordico, il biathlon, lo sci escursionismo e lo snowboard. D'estate attività come l'arrampicata.

SDA-ATS