Navigation

CF: Sommaruga: "preferivo soluzione consensuale", Leuthard: "volevo cambiare"

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 settembre 2010 - 16:58
(Keystone-ATS)

BERNA - "Personalmente avrei preferito una soluzione consensuale, ma rispetto la decisione del collegio": lo ha fatto sapere in una breve dichiarazione scritta la neo consigliera federale Simonetta Sommaruga, a cui è andato il Dipartimento di giustizia e polizia. Da parte sua Doris Leuthard, che passa a dirigere l'ambiente, i trasporti, l'energia e le comunicazioni, ha detto che voleva cambiare, "per assumere nuovi compiti".
Malgrado il malumore e il disappunto della sinistra e dell'UDC, la presidente della Confederazione Doris Leuthard ha difeso l'odierna ripartizione dei dipartimenti. "Il principio dell'anzianità vuole che l'ultimo arrivato accetti la decisione di coloro che sono già in Consiglio federale", ha detto in una breve dichiarazione all'uscita dall'aula del Consiglio nazionale.
Quanto alle sfide che l'attendono, Doris Leuthard ha detto di rallegrarsi. "Ho avuto piacere a guidare il dipartimento dell'economia, ma è venuto il momento di assumere nuovi compiti".
Ha anche giustificato il passaggio di Eveline Widmer-Schlumpf al dipartimento delle finanze. Il governo ha tenuto conto degli auspici espressi dalla Grigionese, che sarà in grado di prendere in mano rapidamente gli importanti dossier che l'attendono, ha detto la Leuthard.
Widmer-Schlumpf non ha voluto esprimersi sul rischio di rimanere solo un anno alla guida delle finanze, ossia fino alle elezioni federali dell'autunno 2011. Le Camere federali decideranno quando si tratterà di rinnovare integralmente l'esecutivo, si è limitata a dire.
La socialista Simonetta Sommaruga ha tenuto a rassicurare: "Rispetto la decisione e intendo impegnarmi con tutte le mie forze" nel nuovo compito.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.