Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

CF: stato civile; documento per bimbi venuti al mondo privi di vita

Consiglio federale: stato civile; documento per bimbi venuti al mondo privi di vita (foto simbolica)

KEYSTONE/EPA MTI/ZSOLT CZEGLEDI

(sda-ats)

Per facilitare l'elaborazione del lutto ai genitori, in futuro gli uffici dello stato civile rilasceranno su richiesta un documento per i bimbi venuti al mondo privi di vita.

Lo prevedono alcune modifiche all'ordinanza sullo stato civile (OSC) adottate oggi dal Consiglio federale e che entreranno in vigore il primo gennaio.

Dopo le critiche ricevute in procedura di consultazione il Governo ha invece rinunciato all'iscrizione obbligatoria generalizzata dei bimbi privi di vita nel registro dello stato civile, sottolinea una nota governativa odierna. La prassi attuale, che prevede che vengano registrati solo i bebè "nati morti" con un peso di almeno 500 grammi o con una gestazione di almeno 22 settimane, viene mantenuta. In un primo tempo, l'esecutivo avrebbe voluto estendere questa possibilità anche ai bebè nati "privi di vita".

Nella sua seduta odierna, il Consiglio federale inoltre ha adeguato l'OSC in seguito alla modernizzazione del registro dello stato civile: in futuro, la gestione e lo sviluppo della banca dati elettronica centrale Infostar diventeranno di esclusiva competenza della Confederazione. I diritti e gli obblighi dei Cantoni cambieranno.

È previsto che le autorità cantonali versino alla Confederazione un importo annuo di 600'000 franchi e che mettano gratuitamente a disposizione degli specialisti. In cambio, è istituita una commissione interna all'amministrazione nella quale i Cantoni possono comunicare le proprie esigenze per lo sviluppo del sistema.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.