Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Da maggio, i veicoli pesanti pagheranno di più per circolare sulle strade svizzere. Forte della sentenza del Tribunale federale (TF), il Consiglio federale ha fissato oggi l'entrata in vigore dell'aumento della Tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP). Come promesso in dicembre, non ci sarà effetto retroattivo.
Per i veicoli immatricolati in Svizzera, la nuova tariffa si applicherà dal mese di marzo, con fatturazione in maggio. Per quelli immatricolati all'estero, l'entrata in vigore dell'aumento è fissata al 4 maggio. In questo modo - si legge in una nota dell'Amministrazione federale delle dogane (AFD) - sia i conducenti di veicoli svizzeri sia quelli esteri hanno potuto usufruire per sei mesi delle tariffe più basse.
Da maggio, con l'entrata in vigore dell'aumento del 10% un camion da 40 tonnellate dovrà versare in media 325 franchi per il tragitto di circa 300 km tra Basilea a Chiasso, contro i 292 franchi in media previsti dal tariffario 2007.

SDA-ATS