Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio federale ha respinto oggi una mozione parlamentare presentata dal gruppo UDC che chiede la limitazione dell'afflusso dei frontalieri:.

Secondo il governo buona parte delle richieste avanzate nel testo non sono compatibili con l'Accordo sulla libera circolazione delle persone (ALC) e altre sono già state esaminate nell'ambito dell'attuazione della nuova disposizione costituzionale relativa ai contingenti di stranieri in Svizzera. In merito verrà presentato un progetto preliminare entro la fine dell'anno.

Il gruppo UDC, rappresentato dalla consigliera nazionale ginevrina Céline Amaudruz, chiede nella mozione depositata lo scorso 12 marzo, che il Consiglio federale presenti le modifiche di legge e intavoli negoziati con gli Stati interessati o l'UE "al fine di regolare il numero di frontalieri e tutelare il mercato svizzero del lavoro nelle regioni di frontiera".

SDA-ATS