Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I genitori del piccolo Charlie

Keystone/EPA/ANDY RAIN

(sda-ats)

Sono "fiduciosi" i genitori del piccolo malato terminale Charlie Gard, il cui caso oggi torna all'Alta corte di Londra su richiesta dei medici del Great Ormond Street Hospital.

I dottori hanno sollecitato un nuovo parere legale dopo aver ottenuto la richiesta di staccare la spina al bimbo di 11 mesi, che nei giorni scorsi è stata di fatto sospesa.

Il tribunale si riunisce a partire dal primo pomeriggio e deve valutare le "nuove informazioni" che vogliono presentare i familiari del neonato ricoverato a Londra secondo cui ci sono possibilità che funzioni una terapia sperimentale negli Stati Uniti.

I dottori britannici restano dell'idea che le cure non possano avere alcun effetto benefico sul piccolo malato ma di fronte alla mobilitazione internazionale, da parte di Usa e Italia, si sono nuovamente rivolti all'autorità giudiziaria. Intanto l'attenzione dei media è massima, coi tabloid del Regno che sperano nel "miracolo per Charlie" e alcune emittenti che si schierano con la famiglia Gard.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS