Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Non verrà licenziata Zineb El Rhazoui, la redattrice franco-marocchina scampata al massacro del settimanale francese Charlie Hebdo, devastato nelle ultime settimane da lotte intestine per l'eredità di Charb, disegnatore, direttore e ispiratore.

Come scrive Radio France Internationale (Rfi) online, il procedimento disciplinare deciso nei suoi confronti è stato revocato. El Rhazoui, una sociologa minacciata di morte ancora oggi dai jihadisti, aveva chiesto una gestione più collegiale della testata.

Era stato Le Monde a rivelare che la giornalista aveva ricevuto una lettera di convocazione della direzione, in vista di un suo licenziamento per "colpa grave".

Secondo El Rhazoui la minaccia di licenziamento era un modo di sanzionarla per la sua presa di posizione. Un incontro tra la giornalista e il direttore Riss è in calendario la prossima settimana, per discutere del futuro del settimanale, che dopo l'attentato del 7 gennaio ha raccolto circa 30 milioni di euro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS