Navigation

Chavez, tutto sta tornando a posto, ma...

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 marzo 2012 - 21:45
(Keystone-ATS)

Il presidente venezuelano, Hugo Chavez, in un collegamento telefonico con l'emittente televisiva statale, ha fatto sapere che sta recuperando le forze dopo l'operazione della scorsa settimana per una recidiva di cancro, e ha confermato che domani incontrerà il presidente colombiano, Juan Manuel Santos, all'Avana.

Intanto nuove indiscrezioni sulla sua salute arrivano ancora una volta dal medico anticomunista emigrato negli Usa Josè Marquina, e dal giornalista Nelson Bocaranda, il primo in assoluto ad aver scritto della gravità della malattia del capo di Stato. Entrambi furoreggiano da giorni sui social network con le più cupe previsioni, assicurando di avere accesso a fonti mediche a Cuba, dove il leader bolivariano è stato operato e dove tutt'ora è ricoverato.

Mentre Marquina in un'intervista ad una radio colombiana informa che il cancro che ha colpito Chavez ha prodotto "metastasi che hanno attaccato la ghiandola surrenale, il fegato e la cavità pelvica, e che gli restano tra i 14 ed i 16 mesi di vita", Bocaranda scrive sul quotidiano El Universal che il presidente ha iniziato le sedute di radioterapia. "Il numero di radiazioni non è stato ancora definito - afferma - ma saranno almeno 15 di seguito". E sarebbe già in corso di allestimento una sala nell'ospedalino di Fuerte Tiuna, a Caracas, perchè Chavez possa proseguire qui il suo trattamento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?