Navigation

Chiesa: Lefebvriani ordinano 4 sacerdoti in Germania

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 luglio 2011 - 15:59
(Keystone-ATS)

La confraternita religiosa di San Pio X ha iniziato oggi l'ordinazione di quattro sacerdoti, malgrado il divieto del Vaticano. La consacrazione dei quattro nuovi sacerdoti lefebvriani - un polacco, un belga, uno svizzero e un austriaco - si svolge nel seminario di Zaitzkofen, in Germania, sotto la guida di Bernard Fellay, vescovo del gruppo conservatore che non riconosce il Concilio vaticano II.

La nuova sfida alla Santa Sede avviene alla vigilia del ritorno in tribunale del vescovo lefebvriano Richard Williamson, condannato in primo grado in Germania per aver negato l'esistenza dell'Olocausto. Condannato ad una multa di 10 mila euro, il 71enne vescovo di nazionalità britannica ha presentato appello davanti al tribunale di Ratisbona, che domani discuterà il suo caso. Le dichiarazioni di Williamson, che in una intervista televisiva nel 2009 negò l'esistenza delle camere a gas nei lager nazisti, bloccarono il riavvicinamento che era stato avviato fra la Santa Sede e la confraternita di San Pio X.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?