Tutte le notizie in breve

Più battezzati, meno preti; declino in Europa, crescita in Africa.

Si conferma la crisi delle vocazioni. Sono alcuni tratti della "fotografia" della presenza dei cattolici nel mondo così come risulta dall'Annuario Pontificio 2017 e l'Annuarium Statisticum Ecclesiae 2015, redatto dall'Ufficio Centrale di Statistica della Chiesa, e diffuso oggi in Vaticano.

Il numero di cattolici battezzati è cresciuto a livello planetario, passando da 1'272 milioni nel 2014 a 1'285 milioni nel 2015, con un incremento dell'1% e attestandosi al 17,7% della popolazione totale. Rispetto al 2010 la crescita è stata pari al 7,4%.

La dinamica di tale incremento risulta diversa da continente a continente: mentre, infatti, in Africa si registra un aumento del 19,4%, in Europa invece si registra un calo (nel 2015 i cattolici ammontano a quasi 286 milioni, 1,3 milioni in meno rispetto al 2014).

"Tale stasi - spiega il Vaticano - è da imputare alla ben nota situazione demografica". Situazioni intermedie tra le due sopra descritte sono quelle registrate in America ed in Asia, dove la crescita dei cattolici è rispettivamente del +6,7% e del +9,1%), in linea con lo sviluppo demografico di questi due continenti. Stazionarietà, su valori assoluti ovviamente inferiori, anche per quanto riguarda l'Oceania.

I dieci Paesi con il maggior numero di battezzati sono Brasile, Messico, Filippine, Usa, Italia, Francia, Colombia, Spagna, Repubblica Democratica del Congo e Argentina.

Il numero di vescovi è aumentato nell'ultimo quinquennio del 3,9%. In calo invece nel 2015, rispetto al 2014, il numero dei sacerdoti, "invertendo così il trend crescente che ha caratterizzato gli anni dal 2000 al 2014". La diminuzione tra il 2014 e il 2015 è di 136 unità ed interessa in particolare il continente europeo (-2'502 unità).

I religiosi professi non sacerdoti registrano una contrazione a livello planetario: se ne contavano 54'665 unità nel 2010 e sono diventati 54'229 nel 2015.

Le suore costituiscono ancora una popolazione di una certa consistenza ma sono in costante calo: a livello globale passano da 721'935 unità, nel 2010, a 670'320 nel 2015, con una flessione del 7,1%.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve