Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il consigliere nazionale UDC Christoph Mörgeli è sempre più sotto pressione. L'Università di Zurigo - suo datore di lavoro - sta facendo valutare le prestazioni dello storico della medicina da una commissione straordinaria. Secondo "Der Sonntag", sarebbe già stato deciso il licenziamento, ma l'ateneo smentisce e mette a tacere il deputato zurighese, che aveva parlato di "mobbing".

L'Università zurighese ha comunicato venerdì che sta valutando le attività del professore dal novembre 2011. Un rapporto sui risultati dell'indagine sarà reso pubblico alla fine della procedura.

Fino a quel momento, l'ateneo non si era espresso ufficialmente sulle critiche apparse in settimana sul "Tages Anzeiger" e sul "Bund" di Berna. I due quotidiani avevano tra l'altro riferito che Mörgeli, responsabile della conservazione del Museo di storia della medicina dell'Università, era stato fortemente criticato in un rapporto interno. Nel testo si parlava in particolare di mostre storicamente superate e di preparazioni conservate in condizioni non idonee.

Il professore si è comunque difeso. In dichiarazioni fatte al "Landboten" e alla "Limmattaler Zeitung" in edicola ieri, ha affermato di essere venuto a conoscenza del rapporto leggendo i giornali. Le critiche mosse dal suo superiore Flurin Condrau sono a suo avviso "unilaterali e scorrette" e "fanno parte di una campagna di mobbing".

Mörgeli ha annunciato in una trasmissione dell'emittente locale TeleZüri che presenterà una denuncia penale contro Condrau, a meno che l'ateneo non intervenga. Il rapporto accademico con i rimproveri a lui indirizzati non gli è mai stato recapitato. Il testo è lesivo della persona e l'Università deve quindi ricorrere a procedure disciplinari contro Condrau, ha continuato.

Secondo "Der Sonntag", proprio in seguito a queste dichiarazioni di Mörgeli l'ateneo zurighese avrebbe deciso di licenziare il professore. Contattata dall'ats, l'Università ha però smentito. In un comunicato, ha poi ribadito che "riguardo ai rapporti lavorativi con il professor Mörgeli niente è stato deciso. La valutazione straordinaria delle sue prestazioni, cominciata nel novembre 2011, non è ancora conclusa. Per questo motivo non sono disponibili i risultati".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS