Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO/BOUDRY NE - Cicor è rimasto nelle cifre rosse nel corso del primo semestre del 2010. Il produttore di componenti elettronici è tuttavia riuscito a ridurre la sua perdita a 1,5 milioni di franchi, contro un risultato negativo di 4,6 milioni l'anno scorso.
Cicor ha tuttavia chiuso il primo semestre con un utile operativo (EBIT) positivo, pari a 900'000 franchi, dopo una perdita di 3,5 milioni registrati nel primo semestre del 2009, ha indicato oggi l'impresa la cui sede principale si trova a Boudry (NE).
Il fatturato ha fatto segnare una crescita del 10,3% a 88,4 milioni di franchi. Segno di una ripresa della domanda, i ricavi dovuti alle ordinazioni sono balzati verso l'alto di un quinto, a 92,9 milioni.
Il rafforzamento del franco rispetto all'euro ha pesato sul risultato finanziario. Cicor si è sforzato di rimediare ad altri effetti negativi legati alle fluttuazioni delle valute grazie a siti di produzione nella zona euro e in Asia.
Il gruppo ritiene di aver creato buone condizioni per consolidare, nel corso del secondo semestre, la tendenza al rialzo. Ha inoltre reso noto di voler aumentare la sua presenza sui mercati asiatici, particolarmente dinamici.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS