Navigation

Cile: 1.400 arresti in 3 notti scontri polizia-manifestanti

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 agosto 2011 - 14:57
(Keystone-ATS)

Nel corso degli scontri tra manifestanti e forze di polizia, che si sono registrati nelle ultime tre notti in varie città del Cile, in occasione dello sciopero di 48 ore proclamato dalla Centrale unitaria dei lavoratori, sono state arrestate 1.394 persone. Sono stati inoltre feriti 153 carabinieri e 53 civili.

Il bilancio è stato diffuso dal sottosegretario dell'Interno Rodrigo Ubilla, che ha espresso il suo cordoglio per la morte del giovane di 16 anni, M. G., colpito da un proiettile mentre si trovava su una passerella nella zona di Macul, a Santiago del Cile. Lo riferisce la versione on-line del quotidiano cileno "El Mercurio".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?