Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SANTIAGO DEL CILE - Mal di denti e depressione per due dei 33 minatori bloccati da 33 giorni a 700 metri di profondità in una galleria della miniera di San Josè, a Copiacò, in Cile, mentre fanno progressi i lavori di perforazione del tunnel per riportarli in superficie, già arrivato a quota 100 metri.
Le ultime notizie sulla salute degli uomini, diffuse dagli esperti che si occupano delle operazioni di salvataggio, sono nel complesso buone. Uno dei minatori è sotto antibiotici per un forte dolore di denti, mentre un altro presenta sintomi di depressione, che però sono da ricondurre a un quadro clinico precedente all'incidente.
La dieta oramai è stabilizzata sulle 2400 calorie al giorno, non di più perchè gli uomini non devono ingrassare per poter passare attraverso il tunnel di 65 cm di diametro che dovrebbe ricondurli in superficie.
Il governo ha oggi rassicurato famiglie e mondo intero sul salvataggio dei minatori: 'le tre alternative messe in atto assicurano un esito positivo, speriamo che gli uomini possano essere fuori all'inizio di novembre'.
Intanto le due macchine perforatrici continuano a lavorare: la Strata 950 ha già scavato un tunnel di cento metri su un totale di 700. La T-130, chiamata Piano B, ha invece perforato il terreno per 26 metri su un totale di 630 in un altro punto. Fra qualche giorno, al massimo una settimana, inizia il suo lavoro anche la Sonda Petrolera che sarà impegnata nello scavo di un tunnel in un punto differente della miniera a quota 597 metri di profondità.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS