Navigation

Cile: Pinera annuncia fine stato d'emergenza e rimpasto governo

Il presidente Sebastian Pinera KEYSTONE/AP/ESTEBAN FELIX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 ottobre 2019 - 18:35
(Keystone-ATS)

Il presidente cileno Sebastian Pinera ha annunciato la fine dello stato d'emergenza domani, domenica, "se le circostanze lo permetteranno". Ha quindi preannunciato un ampio rimpasto di governo dopo le proteste di piazza.

Per potere avere le mani completamente libere nel rimpasto della compagine governativa, Pinera ha chiesto la rinuncia di tutti i suoi ministri.

Nei giorni scorsi, quando fonti governative cilene anticipavano la possibile sostituzione di alcuni ministri per placare le proteste sociali, si erano ipotizzati cambiamenti alla Difesa, all'Interno e alle Finanze.

In una conferenza stampa il capo dello Stato ha chiarito che "abbiamo proposto al Parlamento una profonda ed esigente 'Agenda sociale' che raccoglie molte delle rivendicazioni più sentite e significative dei nostri connazionali. Per poter procedere con urgenza verso un miglioramento delle pensioni dei nostri anziani e del reddito dei nostri lavoratori, nonché verso la stabilizzazione dei prezzi dei servizi di base come l'elettricità. E presto - ha aggiunto - ci occuperemo anche dei prezzi dell'acqua e delle tariffe dei pedaggi autostradali".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.