Navigation

Cile: sesta massiccia marcia protesta studenti, incidenti

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 agosto 2011 - 20:43
(Keystone-ATS)

Nonostante la pioggia battente, decine di migliaia di studenti - oltre 100.000 secondo gli organizzatori -, sono sfilati oggi, per la sesta volta in tre mesi, per le strade di Santiago per esigere una profonda riforma dell'istruzione pubblica. All'inizio del corteo, giovani incappucciati hanno eretto barricate e si sono scontrati con le forze dell'ordine. Non vi sono stati arresti.

"La via non è la violenza, nè le molotov, perchè nel passato ciò ci ha portato alla perdita della democrazia", ha avvertito nelle stesse ore il presidente Sebastian Pinera. Che, comunque, ha ammesso: "È necessario migliorare la qualità dell'istruzione pubblica".

Ma gli studenti esigono molto di più. In pratica puntano soprattutto al fatto che il governo ponga fine alla cosiddetta 'bolla dell'istruzione pubblica'. Cioè al forte indebitamento (con le banche private) a cui devono sottoporsi le loro famiglie per farli studiare negli istituti privati (quelli gratuiti sono un'infima minoranza e pessimi). A seconda delle università, cinque anni di studi, costano dai 10 ai 40.000 dollari.

Ieri il ministro dell'istruzione pubblica, Felipe Bulnes ha proposto che gli interessi su tali crediti scendano dal 5,6 al 2%. E più numerose borse di studio e prestiti statali per gli studenti più poveri. "Il governo ci ha voltato nuovamente le spalle", gli ha però replicato oggi Camila Vallejo, uno dei più irruenti leader delle proteste. Un altro, Giorgio Jackson, dell'Università Cattolica, ha aggiunto: "Il governo non può essere complice del reato di lucro con l'istruzione pubblica".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?