Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SANTIAGO DEL CILE - Cibo, acqua e altri beni di prima necessità sono iniziati ad arrivare ieri notte in alcuni dei punti più devastati dal terremoto di sabato nella costa del centro-sud cileno e nella città di Talca.
Lo hanno reso noto fonti del governo, precisando che camion con 400 scatole di alimenti, acqua, latte e altri prodotti stanno per esempio arrivando, tra l'altro, anche a Constitucion, una delle cittadine balneari più distrutte dallo tsunami.
A Concepcion - circa 500 km a sud della capitale, dove in questi giorni ci sono stati molti episodi di saccheggio - gli aiuti sono giunti in aerei. Nella stessa città, precisano le fonti, sta d'altra parte migliorando il sistema delle comunicazioni.
Sono d'altra parte già partite dal porto di Valparaiso due imbarcazioni con aiuti che si recheranno verso sud percorrendo le diverse cittadine della costa. Oltre a medicine e 2,2 tonnellate di alimenti - precisano le autorita - le navi 'Valdivia' e 'Rancagua' hanno caricato due elicotteri ed apparecchiature che permettono la rimozione di detriti e macerie.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS