Navigation

Cile: vulcano; tornano ceneri in Australia, caos nei voli

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 giugno 2011 - 10:27
(Keystone-ATS)

L'enorme nube di ceneri eruttata da un sistema vulcanico in Cile, che sta circolando attorno alla Terra per la seconda volta, ha di nuovo raggiunto i cieli australiani, gettando per la seconda volta nel caos il traffico aereo e lasciando a terra migliaia di passeggeri.

Rimane chiuso l'aeroporto di Adelaide, su cui aleggia la nube proprio all'altitudine delle rotte aeree di circa 6.000 metri, mentre la compagnia di bandiera Qantas ha annunciato la sospensione di tutti i voli da e per Sydney e Canberra, dopo aver anticipato due voli per Londra e uno per Francoforte. Sospesi a tempo indefinito i voli della Jetstar, affiliata low cost della Qantas, della Tiger e della Virgin Australia, che per motivi di sicurezza ha rinunciato a volare sotto la nube, come aveva fatto una settimana fa quando erano stati cancellati in tutto 700 voli nel sud del continente e in Nuova Zelanda.

Airservices Australia mantiene il monitoraggio delle ceneri e comunicherà aggiornamenti ogni tre ore per tutta la giornata di oggi. "Gli dei del vento sono stati inclementi, come anche gli dei del vulcano, e questa nube di ceneri è già stata attorno al mondo per una volta e mezza, è nella sua seconda circumnavigazione", ha detto il portavoce Matt Wardell. "Ciò significa che siamo alla mercé dei venti, specie riguardo alla direzione in cui si muove e per quanto si trattiene".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?