Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tre bambini di un asilo in Cina sono morti e 13 sono rimasti feriti a seguito dell'attacco di un uomo armato di ascia nella loro scuola, avvenuto ieri nella provincia meridionale del Guanxi.

Un uomo, Wu, definito dalla stampa cinese 'uno squilibrato', ieri ha fatto irruzione nell'asilo della contea di Pingnan armato di un'ascia da falegname. Si è scagliato contro sedici bambini, uccidendone tre sul colpo. Non si conoscono i motivi del suo gesto, che sono simili a quelli visti in diverse parti della Cina negli ultimi due anni.

Tra il 2010 e il 2011 in tutto il paese almeno 21 bambini sono stati uccisi in attacchi simili da persone dichiarate squilibrate o pazze che, di solito armate di coltello, ma anche di altre armi bianche, hanno attaccato soprattutto bambini di asili.

La stampa cinese, oltre a bollare questi assalitori come pazzi, ha sempre detto che si è trattato di persone con disagio derivato soprattutto da perdita di lavoro o divorzi. Molti degli assalitori hanno dichiarato di essersi scagliati sui bambini per attirare maggiore attenzione sui proprio problemi personali.

L'ondata di assalti alle scuole provocò una psicosi in tutto il paese, tanto che ancora oggi polizia e guardie privata vigilano all'esterno delle scuole.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS