Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'inquinamento dell'aria ha raggiunto oggi livelli pericolosi nel nord della Cina, dove sono stati accesi gli impianti di riscaldamento, in grande maggioranza alimentati a carbone. Lo riferiscono i media cinesi.

Il livello più alto è stato raggiunto a Shenyang, nel nordest del Paese, dove le particelle P.M 2,5, pericolose per la salute umana, hanno raggiunto i mille microgrammi per metro cubico.

Il livello massimo considerato sopportabile dall'Organizzazione Mondiale della Sanità è di 25 microgrammi per metro cubico, vale a dire 40 volte inferiore a quello registrato a Shenyang.

Le autorità cittadine hanno invitato i residenti a rimanere al chiuso e hanno chiesto ad alcune fabbriche di chiudere i battenti per ridurre l'inquinamento.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS