Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SHANGHAI - È di 991 morti e 558 dispersi il bilancio finora delle vittime, dall'inizio dell'anno, provocato dalle inondazioni in Cina. Lo ha reso noto l'autorità statale cinese per il controllo delle inondazioni che ha anche fatto sapere che l'attività di prevenzione sarà d'ora in poi focalizzata soprattutto sulle regioni lungo il fiume Yangtze, il fiume Hangjiang e il fiume Songhua.
Le inondazioni quest'anno hanno coinvolto in totale 137 milioni di persone in 28 diverse province, municipalità e regioni autonome. Oltre un milione di abitazioni sono crollate, 10 milioni di persone sono state fatte evacuare e oltre nove milioni di ettari di campi hanno subito forti danni. Soltanto nella provincia di Jilin, nel nord est del paese, ci sono state 37 vittime nella peggiore inondazione da decenni. Qui sono 35 i dispersi con 364.000 evacuati. La zona è la stessa nella quale da due giorni centinaia di militari e civili stanno cercando di recuperare 7000 barili finiti in acqua, trasportati nel fiume Songhua dalla furia delle inondazioni. Fino alle 19 ora locale di oggi, i soccorritori hanno recuperato 5016 barili, ma non si sa quanti di questi contengano materiali chimici.
Nella stessa provincia, in tarda serata i militari sono riusciti a bloccare le 12 navi usate di solito per trasportare minerali che stamattina avevano rotto gli argini andando alla deriva sul fiume e minacciando la diga della centrale di Fengman. Sempre a causa del maltempo e delle forti piogge, hanno subito forti ritardi le operazioni di evacuazione con gli elicotteri delle 700 persone rimaste intrappolate nella regione autonoma nord occidentale dello Xinjiang. Le inondazioni hanno allagato le strade e danneggiato tre ponti e 12 edifici nella contea.
Una inondazione ha poi bloccato per ore un gruppo di turisti sudcoreani nella provincia cinese nord orientale di Liaoning. Il gruppo, composto da 55 turisti, si trovava nella cittadina di Muqi, nella contea autonoma di Xinbin Manchu. A causa delle forti piogge e delle strade totalmente allagate ed impraticabili sono rimasti a bordo di un autobus in balia del maltempo fino all'arrivo dei soccorsi che li hanno portati in salvo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS