Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sette cristiani cinesi sono stati arrestati con l' accusa di appropriazione indebita ma i loro avvocati affermano che si tratta di una rappresaglia per essersi opposti alla rimozione di una croce dalla loro chiesa.

Le autorità della provincia dello Zhejiang, nella Cina orientale, hanno ordinato a tutte le chiese di rimuovere le croci, affermando che si tratta di costruzioni illegali e pericolose. I protestanti sostengono invece che si tratta di un attacco alla libertà religiosa.

Secondo l'avvocato Chen Jiangang il pastore Bao Guohua, sua moglie e cinque fedeli della Holy Love Christian Church, che si trova nella città' di Jinhua, sono stati arrestati nel quadro di una "campagna di diffamazione". "Quello che sorprende è che si tratta di una chiesa autorizzata dallo Stato, che l' ha riconosciuta nel 2008", ha aggiunto l' avvocato.

La Costituzione cinese garantisce la libertà' di religione ma la costruzione di una chiesa deve essere approvata dalle autorità' statali. Le chiese protestanti spontanee si sono moltiplicate negli ultimi anni in Cina, in particolare nel sudest del paese.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS