Navigation

Cina: caccia al piranha in una città del sud

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 luglio 2012 - 08:39
(Keystone-ATS)

Le autorità di Liuzhou, nella Cina della sud, hanno promesso una ricompensa di mille yuan (128 euro) a chi prenderà uno dei piranha che si suppone si trovino nel fiume che attraversa la città.

L'allarme sui piranha è stato lunedì scorso da un residente della città di nome Zhang, che è stato morso da uno dei feroci pesci dopo averlo pescato e che afferma di averne visti altri due.

I piranha vivono in Sudamerica in climi più caldi che nel sud della Cina. Gli esperti affermano che, se non verranno presi prima, i piranha moriranno il prossimo inverno, quando la temperatura delle acque del fiume scende al di sotto dei 15 gradi.

"Negli ultimi due giorni non è stato trovato alcun piranha", ha dichiarato un funzionario dell'Ufficio per la pesca e il bestiame di Liuzhou. Il funzionario ha aggiunto che decine di esperti pescatori hanno battuto il fiume nelle ore più calde della giornata, quelle preferite dai piranha, alla ricerca dei feroci pesciolini.

Secondo la stampa cinese i piranha potrebbero essere stati stati gettati nel fiume da persone che li avevano comprati come pesci ornamentali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?