Navigation

Cina: Chen verso espatrio, negli Usa entro 15 giorni

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 maggio 2012 - 14:35
(Keystone-ATS)

Il dissidente Chen Guangcheng e la sua famiglia avranno i loro passaporti e potranno partire per gli Usa entro i prossimi 15 giorni. Lo ha detto oggi lo stesso Chen, che da due settimane è ricoverato in un ospedale di Pechino. L'attivista ha precisato che mercoledì sera funzionari cinesi hanno portato i moduli per la richiesta dei documenti a lui, sua moglie e i loro due figli, e li hanno fotografati.

Il dissidente, che è cieco fino da bambino per una malattia congenita, è stato al centro di un dramma che ha portato Cina e Stati Uniti sull'orlo di una crisi diplomatica, risolta in extremis quando l'Università di New York ha annunciato di avergli concesso una borsa di studio.

Chen ha chiarito che i funzionari non hanno parlato di date precise ma si sono limitati ad affermare che "in genere" le pratiche per il passaporto richiedono "circa"15 giorni. In aprile, il dissidente è riuscito a fuggire dagli arresti domiciliari ai quali era tenuto illegalmente da 19 mesi dalle autorità del suo villaggio, nella provincia dello Shandong.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?