L'intellettuale uighuro Ilham Tohti è stato condannato in Cina al carcere a vita con l'accusa di "secessionismo". La notizia della condanna è stata diffusa da familiari e amici di Ilham, tra cui la scrittrice tibetana Tsering Woeser.

Ilham Tohti, 44 anni, professore di Economia presso l'Università delle Minoranze di Pechino, era considerato una voce moderata nel mondo del dissenso uighuro. Sostenitore di un accordo tra la sua comunità e il governo di Pechino, era stato arrestato nel gennaio scorso.

Gli uighuri sono una minoranza etnica di lingua turcofona e di religione musulmana che vive nella Regione Autonoma del Xinjiang, nel nordovest della Cina. Dal 2009 gli uighuri sono in aperta rivolta contro il governo di Pechino.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.