PECHINO - Diciannove persone sono rimaste uccise e altre 50 ferite nel sud della Cina in seguito a un'esplosione provocata da fuochi d'artificio per celebrare il nuovo anno lunare. Lo riferisce l'agenzia Nuova Cina.
L'esplosione si è verificata ieri sera in un villaggio della provincia di Guangdong mentre milioni di persone, in tutta la Cina, stavano salutando con fuochi artificiali e petardi l'inizio dell'anno della tigre.
Due persone sono state arrestate in seguito all'esplosione, aggiunge Nuova Cina.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.