Navigation

Cina: esplosione in miniera, 21 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 ottobre 2010 - 19:59
(Keystone-ATS)

PECHINO - Almeno 21 morti e 16 persone intrappolate. È il bilancio ancora provvisorio dell'esplosione avvenuta questa mattina in Cina nella miniera di carbone della città di Yuzhou, nella provincia centrale dell'Henan.
Una squadra di 70 soccorritori si è precipitata sul posto dopo le notizia dell'esplosione, e in queste ore è corsa contro il tempo per salvare i superstiti. Le sedici persone intrappolate sarebbero state localizzate, ma le notizie arrivano confuse e non si conosce a quale profondità siano rimasti bloccati i minatori. Secondo i media locali, al momento dello scoppio - le 6 del mattino ora locale - c'erano nel sottosuolo 276 operai, 239 dei quali sono riusciti a mettersi in salvo.
Le operazioni di salvataggio vanno avanti da ore, con i soccorritori che stanno combattendo contro tonnellate di polveri di carbone, rischi di frane e un livello altissimo di gas ancora presente all'interno della miniera: il 40%, ha riferito la China Central Television, ovvero 40 volte eccedente il normale livello, stimato attorno all'1%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.