Navigation

Cina: esplosioni in palazzi governativi, due morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 maggio 2011 - 10:16
(Keystone-ATS)

Due persone sono morte e sei ferite nell'esplosione di due ordigni stamattina nella Cina orientale. Lo scrive l'agenzia nuova Cina. Il precedente bilancio delle esplosioni di due palazzi governativi di Fuzhou era di 5 feriti.

A far esplodere le bombe sarebbe stato un contadino. Secondo l'agenzia Nuova Cina, alcuni testimoni avrebbero indicato un uomo che per vendetta avrebbe compiuto il gesto.

Secondo testimoni citati dalla stessa agenzia, le esplosioni sono avvenute intorno alle 10 di mattina nell'ufficio del procuratore generale e nel palazzo del governo del distretto di Linchuan. Qualche altro testimone ha detto che le due esplosioni hanno avuto un ritardo di dieci minuti l'una dall'altra.

L'esplosione nel palazzo governativo sarebbe avvenuta all'interno di un garage a meno di 100 metri dall'edificio, danneggiando almeno 10 veicoli. Nel palazzo del procuratore , invece, l'esplosione ha rotto la maggior parte dei vetri dell'edificio di 8 piani, distruggendo anche un'auto parcheggiata dinanzi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?