Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SHANGHAI - Sono 127 per ora i morti e duemila i dispersi delle frane provocate dalle forti piogge nel nord ovest della Cina. Il primo ministro cinese Wen Jiabao è arrivato sul luogo del disastro nel nord ovest della Cina per coordinare l'opera di soccorso.
Sia il premier che il presidente Hu Jintao hanno ordinato che le operazioni di soccorso si rivolgano a tutti e nel modo più veloce, assicurando la messa in sicurezza delle persone e delle infrastrutture, procedendo alla rapida ricostruzione e assicurando in queste ore un riparo a tutti.
Oltre 28.000 soccorritori sono stati mobilitati, provenienti principalmente dalle fila dell'esercito cinese. L'acqua del fiume Bailong è esondata sommergendo la contea di Zhouqu, strade e case, rendendo impossibili le operazioni di soccorso. Distrutta anche una piccola centrale idroelettrica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS