Navigation

Cina: incendio in palazzo, arrestate quattro persone

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 novembre 2010 - 13:34
(Keystone-ATS)

SHANGHAI - Otto persone sono detenute dalla polizia in relazione al disastroso incendio che ieri ha avviluppato un intero palazzo nel centro di Shanghai, facendo fino ad ora 53 vittime. Il numero è stato annunciato in conferenza stampa da Zhang Renliang, capo del governo del distretto di Jing'an, dove si trova il palazzo incendiato.
Tutti e otto gli arrestati, sono operai dell'azienda incaricata dei lavori di ammodernamento del palazzo. Intanto continuano le ricerche dei dispersi. Le autorità hanno stilato un elenco di 43 persone delle quali non si hanno tracce e che potrebbero ancora essere intrappolati nell'edificio.
Restano ancora critiche le condizioni di 15 dei 70 feriti ricoverati in nove ospedali di Shanghai e le autorità temono che il bilancio delle vittime possa aumentare. Secondo notizie pubblicate su alcuni blog, il numero dei morti avrebbe già superato i 60. E tra i sopravvissuti, anche una coppia di insegnanti, lui 98 anni e lei 93, salvati dai vigili del fuoco nel loro appartamento al settimo piano del palazzo incendiato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?