Navigation

Cina: iniziato processo contro moglie Bo Xilai

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 agosto 2012 - 08:16
(Keystone-ATS)

È iniziato stamattina, in un tribunale della città orientale di Hefei, nella provincia cinese dell'Anhui, il processo contro Gu Kailai, moglie di Bo Xilai, l'ex leader politico di Chongqing epurato lo scorso aprile per corruzione, accusata insieme ad un assistente dell'omicidio dell'uomo d'affari britannico Neil Heywood.

All'apertura dell'udienza la polizia ha trascinato via due manifestanti che si erano presentati davanti al tribunale cantando canzoni patriottiche e urlando frasi di condanna contro il processo, definito una farsa. I due sono stati fatti salire da alcuni agenti in borghese su un'auto e portati via.

L'udienza, secondo quanto ha detto un funzionario locale, dovrebbe concludersi intorno alle 11.00 ora locale e il tribunale dovrebbe poi rilasciare un comunicato. Non è però chiaro se nella nota verrà o meno già indicata la data della fine del processo.

Le stime per la pronuncia della sentenza sono molto variabili, si va da un giorno a diverse settimane anche se la maggior parte degli osservatori è pronta a giurare che si tratterà di un processo velocissimo.

Decine di poliziotti hanno fatto un cordone di sicurezza intorno al tribunale, bloccando anche le strade circostanti. I giornalisti non sono stati fatti entrare, mentre è stato permesso l'accesso a due diplomatici britannici. Né l'anziana madre dell'imputata né alcun familiare della vittima erano presenti in udienza.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?