Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Rinnovata fiducia nel futuro dell'economia cinese da parte del primo ministro, Li Keqiang, che questa mattina ha parlato in un discorso alla cerimonia di apertura del World Economic Forum di Dalian.

L'economia cinese, ha sottolineato il premier, non è a rischio di schiantarsi contro un muro ("hard landing") perché il governo è in grado di sostenere la crescita e di mantenere gli obiettivi per quest'anno.

"Ci sono stati alti e bassi - ha dichiarato il premier - ma l'andamento generale resta positivo". Li Keqiang ha poi ricordato il ruolo della Cina nell'economia globale: il gigante asiatico ha contribuito per il 30% della crescita mondiale nel primo semestre di quest'anno.

L'economia cinese ha basi solide, ha continuato anche se il premier non si dice "ciecamente ottimista" sulla crescita: ieri Li aveva parlato di "difficoltà" che permangono nell'economia cinese, anche se aveva rassicurato la platea sulle misure messe in campo dal governo per "stabilizzare il mercato e prevenire la diffusione dei rischi". Il premier ha poi ricordato il ruolo delle imprese di piccole e piccolissime dimensioni, che ha definito "la speranza e il futuro della Cina", su cui il governo punta per l'innovazione industriale.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS