Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oltre ai missili terra-aria schierati a Yongxing, l'isola più grande delle Paracel, ci sarebbe una ramificata rete di radar alle Spratly, altro gruppo di isolotti nel mezzo del mar Cinese meridionale al centro delle contese territoriali tra Pechino e i Paesi vicini.

Un sistema, forse in fase di completamento e prova ulteriore della presa cinese sull'area, capace di consentire un pieno monitoraggio, secondo il Center for Strategic and International Studies (Csis), think tank di Washington, che ha esaminato le foto satellitari di quattro isole.

Gli sviluppi, se confermati, cadono a ridosso della visita del ministro degli Esteri Wang Yi a Washington per discutere con la controparte americana, il segretario di Stato John Kerry, di "questioni delicate".

Una delle foto è del 24 gennaio ed è relativa alla barriera corallina, divenuta un isolotto artificiale, di Cuarteron, il punto più a sud delle Spartly nel controllo cinese e rivendicato anche da Vietnam e Filippine.

Si vedono quelle che potrebbero essere due torri radar e pali alti 20 metri in un'area rettangolare: secondo il think tank sarebbero parte del sofisticato sistema radar ad alta frequenza che moltiplicherebbe le capacità di monitoraggio di navi e aerei di passaggio nella regione. Un sistema che si integrerebbe alla perfezione con quello ritenuto esserci già nelle Paracel e che copre attualmente la parte nord del mar Cinese meridionale.

Altre attività del genere sarebbero in corso su altre isole, incluse quelle di Gaven e Johnson.

A ottobre, la Cina tenne la cerimonia inaugurale per il faro di 50 metri completato proprio a Cuarteron.

Gli Stati Uniti hanno tentato di tenere sotto controllo l'aggressività marittima della Cina nelle acque contese sostenendo la "libertà di navigazione", anche con l'invio di navi da guerra.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS