Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nuovi sviluppi sullo scandalo per corruzione e tangenti che ha investito alcune multinazionali farmaceutiche in Cina con l'arresto oggi di un cittadino americano.

Il portavoce dell'ambasciata Usa, Nolan Barkhouse, ha confermato che un cittadino americano è stato arrestato a Shanghai in relazione alle indagini sui giganti dei farmaci, senza però fornire né il suo nome né quello della compagnia per la quale lavora. Altri due uomini, due cinesi impiegati presso la compagnia AstraZeneca, sono stati interrogati secondo quanto ha riferito la polizia.

Il cittadino americano è il secondo straniero arrestato dopo il fermo a Shanghai la settimana scorsa di un britannico responsabile di una società che ha fornito consulenze a varie multinazionali del settore compresa la GlaxoSmithKline. Questa è finita nel mirino delle autorità di Pechino dopo che alcuni suoi dirigenti sono stati accusati di aver pagato milioni di dollari di tangenti per incrementare le vendite della società.

I funzionari dell'unità di indagini economiche del Ministero della Pubblica Sicurezza hanno spiegato che i dirigenti sono stati arrestati per aver "gravemente violato" la legge cinese, utilizzando agenzie di viaggio come veicoli per corrompere funzionari governativi di Pechino, ospedali e medici al fine di vendere più farmaci a prezzi più alti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS