Navigation

Cina: scoppio miniera, tutti morti i minatori

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 ottobre 2010 - 07:26
(Keystone-ATS)

SHANGHAI - Sono stati ritrovati i corpi senza vita degli ultimi cinque minatori rimasti intrappolati in una miniera a seguito di uno scoppio causato da una fuga di gas nella provincia dell'Henan, nella Cina centrale. Lo riferisce l'Agenzia Nuova Cina. Il bilancio definitivo delle vittime è di 37 morti.
Più di 2.500 tonnellate di polvere di carbone hanno coperto la fossa dopo lo scoppio avvenuto sabato mattina alle 6,30.
Nel contempo sette persone sono morte e altre tre sono rimaste ferite per il crollo di un tunnel ferroviario in costruzione nella regione autonoma della Mongolia, nel nord della Cina. Lo riferisce l'Agenzia Nuova Cina.
Le sette vittime erano tutti operai che lavoravano alla costruzione del tunnel. Quattro sono morti all'istante, mentre altri tre sono deceduti poco dopo in ospedale. L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio, intorno alle 15 ora locale. Le autorità stanno investigando sulle cause dell'accaduto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?