Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Siria serve una transizione politica: lo ha detto in conferenza stampa, al termine dell'incontro con la segretaria di stato americana Hillary Clinton, il ministro degli esteri di Pechino Yang Jiechi. "Dal momento che la situazione corrente è molto complicata - ha detto Yang - la Cina preme affinché ogni parte in causa deponga le armi e cominci un dialogo politico".

Per Yang, la Cina ritiene, come altri paesi, che ci dovrebbe essere un periodo di transizione politica in Siria e che le soluzioni debbano arrivare dal popolo siriano invece che portate con la forza dall'esterno.

Il ministro degli esteri cinese ha ribadito che tutti devono obbedire ai dettami della carta dell'Onu nella crisi siriana, soprattutto il principio della non interferenza negli interessi interni di altre nazioni. "La Cina non prende posizione sulla questione siriana", ha detto Yang.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS