Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Swiss Re è il primo operatore svizzero ad ottenere la licenza delle autorità cinesi nell'ambito del programma di Pechino RQFII per aprire il suo mercato dei capitali a investitori istituzionali esteri.

I fondi del riassicuratore elvetico saranno depositati presso la banca britannica HSBC, comunica oggi quest'ultima.

In gennaio la Banca nazionale svizzera (BNS) e la Banca popolare cinese (BPC, istituto di emissione) hanno firmato un documento d'intesa per la creazione di un mercato di scambio dello yuan (o renminbi) nella Confederazione e la concessione alla Svizzera, nell'ambito del programma Renminbi Qualified Foreign Institutional Investor (RQFII), di una quota di 50 miliardi di yuan, ossia 7,4 miliardi di franchi. L'operazione dovrebbe facilitare il commercio e gli investimenti tra i due Paesi.

La HSBC afferma di essere la più grande banca estera presente in Cina e la prima ad aver effettuato transazioni in renminbi in tutti i continenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS