Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un ragazzino cinese ha ucciso otto persone e ferite cinque con un coltello ieri notte nella provincia nord orientale del Liaoning. Lo riferisce l'agenzia Nuova Cina.

Secondo le informazioni, il massacro è avvenuto ieri sera intorno alle 9, a Yongling, cittadina che fa parte dell'amministrazione di Fushun, nella contea autonoma manciù di Xinbin, nel nord est del Paese.

In base ad una prima ricostruzione, un diciassettenne, Li, nativo del distretto di Xinfu di Funshun, ha ucciso due parenti della sua fidanzata, con i quali era in conflitto, e poi altre sei persone, dandosi subito alla fuga. Tuttavia, la polizia lo ha arrestato subito dopo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS