Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tre uomini hanno ferito con un coltello almeno 9 persone in una stazione nella città cinese meridionale di Guangzhou. Uno di loro è stato ucciso dalla polizia. L'aggressione si è verificata attorno alle 8 del mattino (l'1 in Svizzera).

L'episodio sarebbe da attribuire a tre uighuri, minoranza etnica turcofona e musulmana dal 2009 in rivolta contro il governo cinese. I poliziotti accorsi sul posto hanno ucciso uno degli aggressori e ne hanno arrestato un altro mentre il terzo sarebbe riuscito a fuggire, riferiscono testimoni intervistati dal South China Morning Post di Hong Kong.

Le stazioni ferroviarie sono state più volte bersaglio di attacchi terroristici negli ultimi mesi. Lo scorso marzo, a Kunming, nell'estremo sud della Cina, un attacco portato da otto uomini armati di lunghi coltelli ha provocato la morte di 29 persone e 143 feriti. Alla stazione di Urumqi, capoluogo dello Xinjiang, lo scorso aprile, l'esplosione di un ordigno provocò tre morti e 79 feriti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS