Navigation

Cina continuerà ad investire in Europa

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 agosto 2012 - 09:25
(Keystone-ATS)

"La Cina vuole continuare ad investire nell'Unione Europea (Ue) a condizione che siano considerati tutti i rischi". Lo ha detto poco fa il premier cinese Wen Jiabao , incontrando a Pechino la cancelliera tedesca Angela Merkel.

"La Cina - ha detto - rafforzerà e aumenterà le consultazioni e le comunicazioni con la Ue, la Banca centrale europea, i principali fondi monetari e i maggiori Paesi, per aiutare i membri dell'Ue a rischio debito ad uscire dalle difficoltà".

Il primo ministro cinese si è anche spinto oltre, chiedendo interventi per la crescita. "La Cina spera che l'Unione Europea possa trovare un bilanciamento tra l'austerità fiscale e gli stimoli economici, che è la fondamentale via di uscita dalla crisi", ha detto il premier di Pechino. "Il governo - ha continuato Wen - deve avere fiducia nel Paese, così come le istituzioni finanziarie nel business, le imprese nei mercati e i consumatori nelle prospettive future".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?