Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Cina avrebbe completato la costruzione di una pista d'atterraggio lunga 3 chilometri su una delle isole contese dell'arcipelago delle isole Spratili, nel Mar della Cina Meridionale.

Lo dimostrano fotografie scattate da un satellite e diffuse dal Centre for Strategic and International Studies di Washington. Quasi tutti gli aerei militari cinesi, secondo gli esperti del Csis, possono atterrare sulla pista costruita su una striscia di terra "reclamata" dal mare sull'isola chiamata Fiery Cross Reef.

Pechino ha condotto negli ultimi 12 mesi un'intensa attività' di costruzione di isole artificiali nelle Spratili, sulle quali la Cina ha dispute territoriali con Filippine, Vietnam e Malaysia.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS