Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Cina e India hanno firmato oggi a Pechino un accordo teso a ridurre la tensione sulla frontiera tra i due Paesi. L'accordo prevede che le rispettive forze armate si scambino informazioni sui rispettivi movimenti in modo da evitare incidenti.

I capi dei governi delle due potenze asiatiche, l'indiano Manmohan Singh e il cinese Li Keqiang, hanno firmato il documento nella Sala dell'Assemblea del Popolo, a piazza Tiananmen. Il documento non entra nei dettagli della disputa di confine tra i due Paesi, che nel 1962 li ha portati a combattere una sanguinosa guerra.

La Cina non riconosce come parte dell'India la provincia dell'Arunchal Pradesh e quella del Jammu e Kashmir, rivendicata dal nemico storico dell'India, il Pakistan, del quale Pechino è alleata. New Delhi accusa a sua volta la Cina di occupare 38mila chilometri quadrati del suo territorio sul massiccio dell'Aksai Chin, sotto controllo delle truppe cinesi dal 1962. Oltre alla disputa sul confine, si ritiene che saranno al centro delle discussioni le crescenti relazioni commerciali tra i due paesi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS