Navigation

Cinema: al via il Sundance Festival, film indipendenti e "maturi"

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 gennaio 2012 - 12:24
(Keystone-ATS)

117 film da 30 paesi di cui 91 prime mondiali: questi alcuni numeri del Sundance Festival, la rassegna del cinema indipendente creata da Robert Redford, che parte domani 19 gennaio e si terrà per 10 giorni a Park City nelle montagne dell'Utah, a ovest degli Stati Uniti.

"Ho constatato che la qualità del cinema indipendente è migliorata negli ultimi dieci anni - spiega John Cooper, direttore del festival -. Man mano che il movimento indipendente acquista in maturità, si alza sempre più l'asticella. I cineasti lo sanno e sono sempre più in concorrenza tra loro".

Come ogni anno nei film del festival ci sarà l'attualità, dalla rivoluzione egiziana e il conflitto israelo-palestinese, e tra i documentari più attesi c'è 'La guerra Invisibilè, in cui si parla delle violenze subite dalle donne soldato americane da parte dei loro colleghi uomini.

Molti grandi nomi presenteranno i loro ultimi film, come Spike Lee ('Red Hook Summer') e il regista britannico Stephen Frears ('Lay the favoritè. mentre diverse star di Hollywood tentate dal cinema indipendente calcheranno le nevi dell'Utah, tra cui Catherine Zeta-Jones, Zoe Saldana, Sigourney Weaver, Bradley Cooper, Richard Gere, Dennis Quaid e Bruce Willis.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?