Navigation

Cinema: morto Stuart Gordon, suoi alcuni horror cult

Il produttore americano Stuart Gordon è deceduto KEYSTONE/AP/DOMENICO STINELLIS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 marzo 2020 - 10:11
(Keystone-ATS)

E' morto a Chicago, dove era nato 72 anni fa, Stuart Gordon, regista e produttore cinematografico, tra i nomi indipendenti del cinema horror. La famiglia lo ha confermato a Variety.

Suoi alcuni classici del genere come "Re-Animator" (1985) e "From Beyond" (Terrore dall'ignoto, 1986). Nella sua carriera, anche molto teatro (portò a Chicago David Mamet con "Sexual Perversity" e "Bleacher Bums" con Dennis Franz e Joe Mantegna). Ha coprodotto e in parte ideato anche una commedia cinematografica diventata franchise di successo: Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi. Ne ha prodotto il sequel del film e diretto un episodio dello spin-off televisivo.

Nel 2005 ha diretto un adattamento cinematografico di "Edmond" di Mamet, con William H. Macy, presentato alla Mostra del cinema di Venezia nel 2005. Nella sua cinematografia anche Fortress, Castle Freak e King of the Ants, Stuck. Amava il teatro: a Los Angeles aveva avuto successo dirigendo "Nevermore... An Evening with Edgar Allen Poe" con protagonista Jeffrey Combs.

Il suo primo successo horror, "Re-Animator" era diventato anche un musical premiato ed elogiato dalla critica. Nel 2014 vinse uno Stage Raw Award per la regia di "Taste", un dramma basato su una storia vera in cui un uomo accetta di essere mangiato da un altro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.