Navigation

Cinema: Oliver Stone accusato di antisemitismo

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 luglio 2010 - 15:21
(Keystone-ATS)

LOS ANGELES - "Oliver Stone è un pappagallo in più nel coro antisemita", ha detto Abraham Cooper, condirettore del Centro Simon Wiesenthal di Los Angeles, che vuole preservare la memoria dell'Olocausto. Nel mirino, le dichiarazioni di Stone al Sunday Times di Londra, nelle quali il regista di "Nato il 4 luglio" sostiene che nella nostra cultura l'attenzione per la Shoah è dovuta al fatto che gli ebrei "controllano i media".
Stone ha anche detto che Hitler "ha fatto più male al popolo russo che a quello ebraico". Il regista, sostiene Cooper, "si intestardisce a minimizzare l'Olocausto". Nell'intervista al Sunday Times, Oliver Stone ha anche definito "orribile" la politica americana verso l'Iran.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.